Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2018

Bruna Tatafiore: geometrie di tessuti

Diceva Voltare: Di tutte le scienze la più assurda, la più capace di soffocare ogni specie di genio, è la geometria. Questa scienza ridicola ha come oggetto superfici, linee, punti che non esistono in natura. La geometria è solo uno scherzo di cattivo gusto. Io, però, ad Artigianato e Palazzo lo scorso anno ho incontrato una persona, che non solo pensa esattamente l’opposto di Voltaire, ma che applica le regole della geometria per creare borse, accessori e capi di abbigliamento bellissimi e unici.
Questa persona si chiama Bruna Tatafiore, architetto, ed ha applicato i suoi studi di geometria alla sartoria.

Olivia Monteforte - Bespoke Shoes

L'incontro di due personalità è come il contatto tra due sostanze chimiche; se c'è una qualche reazione, entrambi ne vengono trasformati. (Carl Gustav Jung)
L’avevamo contattata prima dell’edizione 2017 di Artigianato e Palazzo e le avevamo chiesto di esprimere un parere sulla sua partecipazione al Blogs & Crafts dell’anno precedente. La risposta di Olivia era stata concisa, ma si percepiva forte il suo entusiasmo: Vi aspetta una esperienza meravigliosa. E aveva ragione. Per noi l’esperienza di Artigianato e Palazzo è stata veramente meravigliosa e ricca di incontri fantastici.

Piel De Rueda, quando la pelletteria cambia pelle

Il mio incontro con Raul Ruiz Rodriguez risale al dicembre 2015. Preistoria, penserete voi … Il progetto era agli albori e io mi ero imbattuta, quasi per caso, in un mercato natalizio realizzato da una associazione di artigiani. Eravamo a piazza di Cinecittà, l’associazione era Prendi L’Arte e la postazione di Fabrike Recikled era una delle prime che avevano attirato la mia attenzione.




Cosa mi aveva colpito? Non ci sono molti dubbi: il materiale usato da Raul, per realizzare il suo lavoro. Fino a quel giorno avevo associato la pelle, tutt’al più la stoffa (o il tessuto più in generale) alle borse, alle cinture, ai porta chiavi. Lì davanti a me, invece, c’era tutt’altro: gomma, copertoni, camere d’aria ... la pelletteria aveva cambiato pelle! Cosa è successo dal 2015 ad oggi?

L'arte tessile di Rosanna Bernacchi

Il fascino dell’oggetto fatto a mano deriva dal fatto che l'artigiano che lo ha realizzato ha lasciato il suo segno su di esso. (Jean Baudrillard)
Di stile Rossana Bernacchi ne ha tanto. Tutto, nei suoi capi, è frutto di una ricerca minuziosa, a partire dal filo, per continuare poi con i modelli dei suoi abiti, e i colori, e i disegni delle stampe. Ogni suo capo è un pezzo unico e questo rende il suo lavoro ancora più accurato e affascinante.
Ho avuto il piacere di incontrarla a Firenze e di farmi raccontare la sua storia.


Ci può raccontare la sua storia? Come nasce il suo progetto? Io ho lavorato per 25 anni nel campo del tessile. Lavoravo all'ufficio importazione di un grosso buyer di Firenze. Mi occupavo dello sviluppo prodotto nei filati e della messa a punto delle produzioni. La mia storia nasce come ricerca prodotto, ricerca filati e messa a punto dello sviluppo dei campionari. Lavoravo con ditte, creando prototipi che venivano poi mostrati alle ditte americane.
Qual è stata l…