Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2017

L'atmosfera della bottega artigiana di Stefano Ajello

L’Umbria è una regione affascinante ricca di storia e di artigianato. Abbiamo già fatto un salto in Umbria con le storie artigiane di Mariaelisa Leboroni, de L’Allegra Sartoria e di Ezio Procacci, loro sono solo una minima parte degli artigiani, che si possono incontrare nei borghi e nelle città medievali. Tessitura, ceramica, legno, cioccolato sono le principali produzioni artigianali, che possiamo trovare in questo territorio. Un artigiano umbro, di quelli che hanno bottega e che lavorano secondo le antiche tradizioni, io l’ho incontrato a Firenze durante Artigianato e Palazzo e, devo dire, mi ha conquistato.

La luce si veste con abiti da sera

Non guardare se il tuo bicchiere è mezzo pieno o mezzo vuoto. Guarda quanta luce c’è nel vetro. (Fabrizio Caramagna) Quello di trovare il paralume perfetto è  uno degli annosi problemi che si devono affrontare, quando si arreda una casa o anche più semplicemente quando si ha avuto la fortuna di avere tra le mani una vecchia e bellissima base sprovvista – ahimè - del paralume originale.  Per fortuna la creatività del signor Guglielmo D'Alfonso ci può aiutare. Già, perché la sua è un’idea geniale: usare le perle di cristallo per rivestire lampadine, ventoline e paralumi. L'effetto devo dire è strabiliante. Per la forza della magia creativa ogni lampada trova la propria veste scintillante e preziosa e non c'è arredamento o stile che possano impedire l'utilizzo di queste meraviglie. Io, nel Giardino Corsini, sono letteralmente caduta ai piedi del signor Guglielmo nell'intento di farmi raccontare la sua storia. Per fortuna mi ha soccorso con una sedia

La xilografia secondo Xilocart

Oggi vi voglio raccontare una storia. La storia della xilografia, una delle più antiche tecniche incisorie. E’ una storia lunga che comincia in Cina Nel I sec. e prosegue in Europa nel XV sec. una storia più complessa di quanto si creda. Il lavoro xilografico è tutto incentrato sul legno che viene tagliato, disegnato, inciso, impregnato di colore e infine viene usato come timbro su carta. Pare facile detto così e invece non lo è affatto. La precisione, la minuzia dell’intaglio e la sovrapposizione dei colori fanno sì che le opere xilografate siano dei veri e propri capolavori. La xilografia a colori raggiunse un altissimo livello in Giappone soprattutto nei sec. XVIII e IX portando anche fino a 20 il numero dei legni usati. Le sue origini in Occidente rimangono imprecisabili. Probabilmente l’uso della carta è fondamentale spinta per l’utilizzo della xilografia. Dopo l'invenzione di Gutemberg della stampa a caratteri mobili, la xilografia ha trovato un potente alleato

JS Embroideries: ricamo Haute Coutures

L’arte del ricamo ha origini antichissime. In Oriente i ricami venivano utilizzati per decorare vesti fastose e nel Medioevo si affermarono anche in Europa, dove vennero impiegati non solo per impreziosire gli abiti indossati dagli imperatori, ma anche quelli liturgici. A partire dal XIII secolo la moda del ricamo si diffuse sempre di più.

Abilmente in mostra: Lungo la via Francigena

Non è abbastanza fare dei passi che un giorno  ci condurranno alla meta, ogni passo deve essere lui stesso uno meta, nello stesso momento in cui ci porta avanti. (Goethe) Sono ad Abilmente e sono pronta a prendere la macchina del tempo, per fare un viaggio nel tempo con destinazione anno 1000 d.C. La macchina del tempo è la mostra, presente in fiera, organizzata da Quilt Italia . Il perché la mia destinazione sia proprio l’anno 1000 è presto detto: il tema della mostra è la Lungo la Via Francigena , che vede la sua nascita proprio attorno al VII secolo, quando ci fu la necessità di collegare, tramite una via sufficientemente sicura, il regno di Pavia a Roma.

Abilmente Roma - edizione autunno 2017

Tornare ad Abilmente è sempre bello, emozionante e coinvolgente. È un modo per ricaricarsi, per ritrovare amici creativi e per incontrarne di nuovi. Questa edizione, poi, si è dimostrata fin da subito particolarmente invitante: tantissimi spunti creativi e tante tecniche che non conoscevo. Insomma è valsa la pena dedicare un pomeriggio ad Abilmente , dove sono andata con una borsa riempita con un bel quaderno, con la macchina fotografica, con tante penne e un bel po’ di curiosità.

Thya Bijoux:ecogioielli made in Italy

L’ispirazione nasce da quello che vediamo, dalla nostra vita, dalle nostre emozioni. Gli artigiani, gli artisti, più di altri trasmettono le loro emozioni e il loro sapere alle loro creazioni e così anche lo spettatore, il fruitore della creazione, rimane affascinato e abbagliato. Le ispirazioni più belle, più affascinanti, sono quelle che vengono dal contatto con la natura. Ne sa qualche cosa Lidia Sanna, artigiana romana che realizza bijoux, unendo due sue passioni: la natura selvaggia dell’Africa sub-sahariana e i colori dei paesaggi irlandesi. Queste due passioni diventano fantastiche ispirazioni per le sue due linee di gioielli Fauna e Flora . Quello che veramente mi ha affascinato e mi ha attirato verso il suo stand ad Artigianato e Palazzo è stata la scelta dei materiali: c ascate di petali di fiori colorati incapsulati in plastica trasparente e animali realizzati con plastiche di riciclo. Già, riciclo… se si ama la natura, se la natura stessa è musa ispirat

Antonio De Noia, artigiano del legno

L'olivo è una pianta centrale nella storia delle civiltà, che si affacciano sul bacino del Mediterraneo e di tutto l'Occidente. È stato considerato da sempre come simbolo di pace, di giustizia e di sapienza. Le prime piante selvatiche esistevano sull'isola di Creta fin dal 4000 a.C. I  suoi frutti, le olive, sono impiegate per l’estrazione dell’olio, che è parte fondamentale della cucina mediterranea. L’olivo, però, serve anche ad altro. 

Valevu, lo slow fashion delle borse

La mia passione per le borse è ormai risaputa anche qui tra le pagine di questo blog. Forse è l’accessorio di moda, che mi piace di più. Grandi, piccole, comode, scomode, ne ho avute veramente di tutti i tipi. Per questo motivo io proprio non resisto alla possibilità di poter conoscere, di poter parlare con chi le borse le crea e le progetta. A Firenze, a maggio, per me è stato veramente come entrare nel paese dei balocchi. Se nella limonaia piccola del Giardino Corsini ho avuto il piacere di parlare con l’ideatrice del marchio RARO, nella limonaia grande ho incontrato Valentina, ideatrice modellista e designer del marchio Valevu . Come nasce Valevu ? Nasce da un’idea covata per qualche anno. Ho cominciato creando sandali, mi sono specializzata nella creazione di sandali, ho fatto un po' di esperienza e poi sono approdata alle borse con questa linea creata un po' per caso  in un pomeriggio di quelli in cui ti chiedi oggi cosa potrei fare? All’interno di q