Passa ai contenuti principali

ArMonia Creazioni: ritratti d'autore


Entrare a Paratissima è un po' un vortice di emozioni, di sensazioni, di scoperte.
Io sono approdata a Torino per parlare con le persone, con gli artisti, per conoscere storie da raccontare.
Come spesso accade, prima di finire nel vortice ed essere risucchiata, mi sono incamminata nelle sezioni a me più amiche, nelle quali riesco a muovermi meglio senza combinare troppi guai.
Così mi sono ritrovata davanti a dei ritratti di famiglia molto belli e particolari che hanno subito attirato la mia attenzione.

Seduta su un divanetto lì vicino c'era la creatrice di queste meraviglie, Monia, con la quale mi sono fermata a fare una chiacchierata.


Monia ha risposto alle mie domande e ha dato risposta a tutte le mie curiosità.

Tu realizzi ritratti di famiglia: come nasce l'idea?
L'idea è nata da una cliente. Io mi occupo anche di bijoux illustrati, utilizzando le favole come illustrazioni. Una cliente, che aveva già acquistato da me degli orecchini illustrati con una favola, mi ha chiesto di realizzare un paio di orecchini anziché con l'illustrazione di una favola, con i ritratti delle figlie.


Io ho accolto la sua richiesta, ho realizzato gli orecchini e ho pubblicato il lavoro sulla mia pagina Facebook.
Questo lavoro è stato notato da un'altra ragazza, che mi ha chiesto di fare una illustrazione per degli amici che si stavano per sposare.
L'illustrazione familiare è piaciuta molto anche a mio marito, che ha voluto che ne realizzassi una per la nostra famiglia.


Anche questa è stata pubblicata su Facebook e da quel momento ho cominciato ad avere tantissime richieste.

Quale tecnica utilizzi per realizzare i tuoi ritratti?
Utilizzo prevalentemente matita e china, solamente le scritte sono realizzate al computer.
I ritratti sono tutti realizzati su carta pergamena.
Una volta realizzato il ritratto, lo stesso può essere utilizzato per realizzare gioielli, segnalibri o anche bomboniere.


Tanti utilizzi per una sola idea. A te cosa piace di più realizzare?
I ritratti su pergamena. Io nasco come pittrice di dipinti a olio. Questa è la continuazione del mio percorso creativo.
Ho comunque tante idee e tanti progetti che vorrei realizzare. Più lavoro e più nascono le idee.

I lavori su commissione quanto accendono il tuo lato creativo e quanto no?
Tanto. Oltre alla mia creatività c'è anche quella delle persone. C'è bisogno di creatività e le idee migliori arrivano dalla gente.
Il mio dono è quello di riuscire a trasformare e a rendere su carta le loro idee.

Creatività per te è...?
Passione, tanta. Io ho due bambini piccoli e se non ci fosse la passione a sostenere tutto questo il mio progetto sarebbe già scemato.



Commenti

Post popolari in questo blog

Nel mondo incantato della maglieria per neonati con Il Neonato di Graziella

Ad Altopascio, in provincia di Lucca, esiste un Mondo Incantato fatto di fili intrecciati, di colori tenui, di orsetti curiosi e tenerissimi. In questo mondo incantato ci sono anche mani sapienti di artigiani, che lavorano i fili con la maglieria e con l’uncinetto, creando dei deliziosi vestitini per bambini. Questo mondo incantato è il sogno, avverato, della signora Graziella, che dal 1968 asseconda la sua passione per la maglieria e per il mondo dei bambini. Oggi l’azienda della signora Graziella, Il Neonato di Graziella, è diventata leader nel settore “maglieria esterna diminuita” e il suo mondo incantato ha affascinato anche tutti i componenti della sua famiglia. La caratteristica della lavorazione dei capi dell’azienda consiste nell’utilizzare macchinari, che permettono di realizzare ogni singolo pezzo del prodotto già nella taglia desiderata e non un rettangolo di maglia dal quale tagliare le varie parti per poi assemblarle. In questo Mondo Incantato è nata e cresciuta la signora Su…

Le piccole opere uniche di Andrea Cadoni

Cercare di scoprire l’essenza di un artigiano senza indagare sulle sue origini, senza conoscere i luoghi in cui ha vissuto e quale è stato il suo percorso formativo è un po’ come saltare una parte di storia e andare a leggere solo il finale, è come leggere l’ultima parte del romanzo senza leggerne la prima. Lo so, alle volte capita, soprattutto se si intravede un finale fantastico, lo abbiamo fatto tutti, è inutile nasconderci dietro un dito.

L'eredità delle Ombre. Incontro con Massimilianio Riccardi

L'incontro con questo libro non è stato casuale. Il sua autore, Massimiliano, oltre che essere uno scrittore, è anche un blogger che seguo e leggo con piacere da un bel po' di anni.
Così quando Massimiliano ha dato alle stampe il suo ultimo romanzo non ci ho pensato neanche un minuto, prima di ordinarlo, a contattarlo ...

<<Magari prima leggi il libro, non è detto che ti piaccia, è scritto diversamente dagli altri e il protagonista non è una bella persona>>
A questo punto il mio livello di curiosità è arrivato alle stelle. Ho ordinato il libro e ho aspettato, pazientemente, che il postino bussasse alla mia porta e che me lo consegnasse.