Passa ai contenuti principali

De Gustibus: sapori di Sicilia


Il viaggio all’interno di Giardino Corsini non è stato solo un viaggio attraverso l’arte e l’artigianato italiani, ma è stato anche un viaggio attraverso il gusto e il sapore.
Il sapore del mare e il gusto del pesce, tipico dei mari siciliani, mi ha portato a fermarmi nello stand dell’azienda De Gustibus.

La storia di questa azienda si perde nella notte dei tempi. De Gustibus nasce agli inizi del Novecento nella borgata marinara di Siculiana Marina (AG). Questa zona vede impegnata gran parte della popolazione nella pesca e ciò favorisce lo sviluppo delle attività conserviere. De Gustibus è una di queste.
Il signor Piro ci tiene subito a precisare, che la loro è una azienda a conduzione familiare e che lavora prodotti di provenienza locale.
La mia chiacchierata con il signor Piro è stata piacevole e a tratti illuminante, perché fa bene allo spirito e al fisico sapere cosa si mangia.
È bello ed entusiasmante sapere, che ci sono aziende così attente alla lavorazione del prodotto e che preferiscono avere un prodotto eccellente, ma di nicchia, anziché puntare alla grande distribuzione, perdendo in qualità.

De gustibus è un’azienda che ha origini antiche. Quale è il vostro fiore all’occhiello?
La nostra caratteristica è lavorare sempre con il pescato dei nostri mari. Da Trapani a Siculiana Marina.
Che cosa ha di particolare la vostra produzione?
Quella di conservare il prodotto come si faceva un tempo. Quindi lavoriamo il pesce non al forno a vapore, ma in acqua salata. Le acciughe le lasciamo macerare 60 giorni sotto sale, per poi poterle sfilettare e metterle sott’olio.
Quanto i vostri prodotti sono apprezzati fuori dall’Italia?
Non lo sono, perché noi preferiamo non andare fuori dall’Italia.
Per scelta?
Sì! La quantità di produzione, che noi realizziamo, è rapportata alla nostra realtà. Il nostro budget di produzione è rapportato al nostro budget di consumo. Abbiamo il bollino CE, quindi in teoria potremmo vendere anche all’estero, ma preferiamo non farlo.

Quale è il sapore tipico della Sicilia?
Il sapore del mare.

E il gusto tipico?
L’olio. La qualità dell’olio va abbinata alla lavorazione del pesce. Sembra banale la scelta dell’olio giusto, ma non lo è: le caratteristiche organolettiche dell’olio cambiano a seconda della zona di provenienza dell’oliva.
Se potesse suggerire un’idea, per valorizzare i prodotti made in Italy, cosa suggerirebbe?
Essere corretti, chiari e coscienti di quello che si propone.

Voi siete un’azienda di famiglia. Ci sono ragazzi giovani interessati a lavorare nel vostro ambito?
I ragazzi, che lavorano per noi in modo occasionale, lo fanno per un tempo limitato. Siamo noi a non voler introdurre persone esterne nella nostra cerchia familiare.





Commenti

Post popolari in questo blog

Nel mondo incantato della maglieria per neonati con Il Neonato di Graziella

Ad Altopascio, in provincia di Lucca, esiste un Mondo Incantato fatto di fili intrecciati, di colori tenui, di orsetti curiosi e tenerissimi. In questo mondo incantato ci sono anche mani sapienti di artigiani, che lavorano i fili con la maglieria e con l’uncinetto, creando dei deliziosi vestitini per bambini. Questo mondo incantato è il sogno, avverato, della signora Graziella, che dal 1968 asseconda la sua passione per la maglieria e per il mondo dei bambini. Oggi l’azienda della signora Graziella, Il Neonato di Graziella, è diventata leader nel settore “maglieria esterna diminuita” e il suo mondo incantato ha affascinato anche tutti i componenti della sua famiglia. La caratteristica della lavorazione dei capi dell’azienda consiste nell’utilizzare macchinari, che permettono di realizzare ogni singolo pezzo del prodotto già nella taglia desiderata e non un rettangolo di maglia dal quale tagliare le varie parti per poi assemblarle. In questo Mondo Incantato è nata e cresciuta la signora Su…

Le piccole opere uniche di Andrea Cadoni

Cercare di scoprire l’essenza di un artigiano senza indagare sulle sue origini, senza conoscere i luoghi in cui ha vissuto e quale è stato il suo percorso formativo è un po’ come saltare una parte di storia e andare a leggere solo il finale, è come leggere l’ultima parte del romanzo senza leggerne la prima. Lo so, alle volte capita, soprattutto se si intravede un finale fantastico, lo abbiamo fatto tutti, è inutile nasconderci dietro un dito.

L'eredità delle Ombre. Incontro con Massimilianio Riccardi

L'incontro con questo libro non è stato casuale. Il sua autore, Massimiliano, oltre che essere uno scrittore, è anche un blogger che seguo e leggo con piacere da un bel po' di anni.
Così quando Massimiliano ha dato alle stampe il suo ultimo romanzo non ci ho pensato neanche un minuto, prima di ordinarlo, a contattarlo ...

<<Magari prima leggi il libro, non è detto che ti piaccia, è scritto diversamente dagli altri e il protagonista non è una bella persona>>
A questo punto il mio livello di curiosità è arrivato alle stelle. Ho ordinato il libro e ho aspettato, pazientemente, che il postino bussasse alla mia porta e che me lo consegnasse.