Passa ai contenuti principali

Appuntamenti creativi (2 - 8 marzo)

Le donne, come i sogni, non sono mai come tu le vorresti. 
(Luigi Pirandello)
Dopo un  po' di pausa ritorno con la mia personalissima selezione di Appuntamenti Creativi.
Non è qui il luogo per parlare di mallatie, di epidemie, di pandemie. Questo è il luogo della creatività. Io qui mi diverto a cercarla, a scovarla e a raccontarvela.
Lo so bene che c'è ancora mezza Italia bloccata e blindata e sono anche preoccupata per questa strana situazione, però i giorni passano via velocemente e fermarsi completamente non pare tanto sensato. Così, complice anche il fatto che domenica sarà la Giornata Internazoinale delle Donne, riprendo in mano questa rubrica con una selezione di appuntamenti tutti dedicati al ruolo della donna nell'arte e nella letteratura.
Cinque eventi scelti per voi secondo i miei gusti.
Un invito ad andare alla ricerca della creatività.
Un invito ad aprire la mente e a fare nuove esperienze.

UNO
Donna e Arte
Domenica 8 marzo 2020 dalle ore 10:30 alle 19:30
Per l’8 marzo una mostra fotografica della fotografa Emanuela Caso dedicata alla poetessa Alda Merini, insieme alle creazioni uniche del design artigianale italiano, tra cui gli splendidi accessori di @madeincarcere, prodotti dalle donne detenute nelle carceri italiane.
La bellezza e la dignità  della donna rappresentata simbolicamente e materialmente dall’arte e dal design italiano.   
Appuntamento a Manifactory via dei funari 21a, 00186 Roma

DUE
Dacia Maraini. La felicità della scrittura la forza della parola

Martedì 3 marzo 2020 dalle ore 09:30 alle 18:00
La produzione letteraria di Dacia Maraini attraversa l’età contemporanea con una grande varietà di stili e opere: dal primo romanzo La vacanza del 1962, alla raccolta di racconti brevi Buio, del 1999 (premio Strega), dal romanzo storico La lunga vita di Marianna Ucrìa del 1990 (premio Campiello) alla memoria autobiografia di Bagheria (1993) e de Il gioco dell’universo, dedicato al padre Folco nel 2007, fino alla scrittura drammaturgica raccolta in gran parte in Fare teatro (1966-2000), solo per citare alcune delle opere più note ed importanti.
La sua scrittura è sempre innervata su un esplicito posizionamento femminista e impegno civile mai negoziabile, come i suoi numerosi interventi e contributi giornalistici mostrano.
Appuntamento al Dipartimento di Studi Umanistici - RomaTre via Ostiense 234

TRE
Feminism 3. Fiera dell'editoria delle donne

5 mar alle ore 16:00 - 8 mar alle ore 19:00
Terzo annuale appuntamento per Feminism, unica Fiera dell’editoria delle donne in Italia, dal 5 all’8 marzo, sempre con ingresso gratuito.
Nella bellissima cornice dell’antico Palazzo del Buon Pastore di Roma, sede della Casa Internazionale delle donne, all’insegna della festa e del confronto, per quattro giorni potremo incontrare case editrici e scrittrici che presentano le ultime novità editoriali o partecipano a tavole rotonde sui focus individuati quest'anno.
Appuntamento alla Casa Internazionale delle Donne via della Lungara 19, 00165 Roma

QUATTRO
Storie straordinarie di Donne ordinarie - Teatro al Femminile

Domenica 8 marzo 2020 dalle ore 20:00 alle 21:30
Teatro al Femminile in collaborazione con Apartment Roma, vi invita a trascorrere la Giornata internazionale della Donna tra Arte e divertimento, in una cornice unica nel cuore di San Lorenzo
Appuntamento al Apartment Roma via dei Marrucini I/IA INGRESSO LIBERO (Consigliata prenotazione)

CINQUE
Donne, Sacerdotesse e Dee nell'Antica Roma

Domenica 8 marzo 2020 dalle ore 16:00 alle 18:00
L'evento sarà una passeggiata dedicata alle donne, sacerdotesse e dee che hanno fatto grande Roma. Racconteremo la loro fama, i loro poteri e le loro caratteristiche peculiari accompagnandoci con i testi di Ovidio.
Appuntamento presso la Metro B, fermata Circo Massimo (uscita FAO)
Contributo evento: 10 euro

Commenti

Post popolari in questo blog

Nel mondo incantato della maglieria per neonati con Il Neonato di Graziella

Ad Altopascio, in provincia di Lucca, esiste un Mondo Incantato fatto di fili intrecciati, di colori tenui, di orsetti curiosi e tenerissimi. In questo mondo incantato ci sono anche mani sapienti di artigiani, che lavorano i fili con la maglieria e con l’uncinetto, creando dei deliziosi vestitini per bambini. Questo mondo incantato è il sogno, avverato, della signora Graziella, che dal 1968 asseconda la sua passione per la maglieria e per il mondo dei bambini. Oggi l’azienda della signora Graziella, Il Neonato di Graziella, è diventata leader nel settore “maglieria esterna diminuita” e il suo mondo incantato ha affascinato anche tutti i componenti della sua famiglia. La caratteristica della lavorazione dei capi dell’azienda consiste nell’utilizzare macchinari, che permettono di realizzare ogni singolo pezzo del prodotto già nella taglia desiderata e non un rettangolo di maglia dal quale tagliare le varie parti per poi assemblarle. In questo Mondo Incantato è nata e cresciuta la signora Su…

Le piccole opere uniche di Andrea Cadoni

Cercare di scoprire l’essenza di un artigiano senza indagare sulle sue origini, senza conoscere i luoghi in cui ha vissuto e quale è stato il suo percorso formativo è un po’ come saltare una parte di storia e andare a leggere solo il finale, è come leggere l’ultima parte del romanzo senza leggerne la prima. Lo so, alle volte capita, soprattutto se si intravede un finale fantastico, lo abbiamo fatto tutti, è inutile nasconderci dietro un dito.

L'eredità delle Ombre. Incontro con Massimilianio Riccardi

L'incontro con questo libro non è stato casuale. Il sua autore, Massimiliano, oltre che essere uno scrittore, è anche un blogger che seguo e leggo con piacere da un bel po' di anni.
Così quando Massimiliano ha dato alle stampe il suo ultimo romanzo non ci ho pensato neanche un minuto, prima di ordinarlo, a contattarlo ...

<<Magari prima leggi il libro, non è detto che ti piaccia, è scritto diversamente dagli altri e il protagonista non è una bella persona>>
A questo punto il mio livello di curiosità è arrivato alle stelle. Ho ordinato il libro e ho aspettato, pazientemente, che il postino bussasse alla mia porta e che me lo consegnasse.