Passa ai contenuti principali

E’ arrivata la guida del Golfo dei Poeti!


Questo folle anno stiamo vivendo qualche cosa di buono l'ha portata: riscoprire le bellezze dei nostri territori. Riscoprire un turismo slow fatto "vicino casa".
Le chiamano  vacanze di prossimità, ma secondo me sono altro, sono riscoperte di gioielli di famiglia chiusi nei cassetti o negli angoli polverosi delle case.
Anche però per questi gioielli c'è bisogno di una guida.
Se siete in Liguria o avete intenzione di andare lì in vacanza per qualche giorno io vi consiglio la guida "Il Golfo dei Poeti" scritta dai ragazzi del blog Iris e Periplo Travel Sara e Ruggero.
La guida nasce della passione e dell’amore che provano per il loro luogo di residenza: “Vogliamo far conoscere questi bellissimi luoghi a tutti e speriamo di farvi innamorare con le nostre parole e le tante foto.
Non è una guida ufficiale, ma un libro scritto da due Travel Blogger davvero fortunati, che al ritorno di ogni loro viaggio tornano sempre in un vero paradiso. 
Non ci sono solo foto di paesaggi e la storia dei paesi di Lerici, San Terenzo e Tellaro, ma una parte super golosa!
Infatti hanno pensato anche a chi ama preparare piatti tipici a casa propria, con delle ricette da leccarsi i baffi!
In più c’è un capitolo completamente dedicato ai celiaci e a chi ha problemi con il glutine, con i locali che propongono delle opzioni gluten free.
Il blog di viaggi Iris e Periplo Travel è gestito da Sara e Ruggero, una coppia di sposi con una grande passione che li unisce, la voglia di viaggiare e di conoscere il mondo insieme.
Nasce nel 2017 e tra le sue pagine condividono tutte le loro esperienze di viaggio, i consigli e le informazioni per viaggiare senza pensieri.
Hanno già altre guide pubblicate su Amazon, una collana chiamata le “guide fast”, proprio perché sono perfette per i viaggi brevi e per aiutare gli altri ad organizzarli velocemente.

Trovate la guida del Golfo dei Poeti su Amazon!


Commenti

Post popolari in questo blog

Nel mondo incantato della maglieria per neonati con Il Neonato di Graziella

Ad Altopascio, in provincia di Lucca, esiste un Mondo Incantato fatto di fili intrecciati, di colori tenui, di orsetti curiosi e tenerissimi. In questo mondo incantato ci sono anche mani sapienti di artigiani, che lavorano i fili con la maglieria e con l’uncinetto, creando dei deliziosi vestitini per bambini. Questo mondo incantato è il sogno, avverato, della signora Graziella, che dal 1968 asseconda la sua passione per la maglieria e per il mondo dei bambini. Oggi l’azienda della signora Graziella, Il Neonato di Graziella , è diventata leader nel settore “maglieria esterna diminuita” e il suo mondo incantato ha affascinato anche tutti i componenti della sua famiglia. La caratteristica della lavorazione dei capi dell’azienda consiste nell’utilizzare macchinari, che permettono di realizzare ogni singolo pezzo del prodotto già nella taglia desiderata e non un rettangolo di maglia dal quale tagliare le varie parti per poi assemblarle. In questo Mondo Incantato è nata e cres

Le piccole opere uniche di Andrea Cadoni

Cercare di scoprire l’essenza di un artigiano senza indagare sulle sue origini, senza conoscere i luoghi in cui ha vissuto e quale è stato il suo percorso formativo è un po’ come saltare una parte di storia e andare a leggere solo il finale, è come leggere l’ultima parte del romanzo senza leggerne la prima. Lo so, alle volte capita, soprattutto se si intravede un finale fantastico, lo abbiamo fatto tutti, è inutile nasconderci dietro un dito.

Appuntamenti Creativi (on line): le visite guidate (virtuali) di MuseumTribe

"Io per questa sera ho prenotato la visita guidata al Ghetto di Roma, volete partecipare anche voi?"   Dissi io il 16 ottobre a mio marito e mio figlio. "Ma come! Dove! Ma che fai vai in mezzo alla gente in tempo di Pandemia?!"   Risposero loro in coro! Già, anche di questi tempi di si può partecipare a tour e visite guidate in giro per l'Italia e si possono apprezzare opere d'arte e scorci meravigliosi delle nostre città, basta che tutto sia fatto in sicurezza e attualmente non trovo modo più sicuro se non quello di partecipare a visite guidate virtuali.  Così, cercando il modo di andare in giro virtualmente ho scoperto dell'esistenza del Museum Tribe e dei fantastici tour che organizza.