Passa ai contenuti principali

Movimento per l'emancipazione della poesia



Succede, non spesso, ma qualche volta accade, che la creatività ti venga a bussare al portone di casa.
Anzi, per dirla meglio, succede che esci di casa e ti ritrovi sul muro davanti al portone ti ritrovi attaccati dei fogli di formato A4 con su delle scritte.
Ecco a questo punto, a meno che tu non abbia una vista impeccabile (e non è il mio caso) ti devi avvicinare per leggere. ti avvicini pensando che sia un appello accorato per un gatto che si è perso e invece ti ritrovi davanti a una delle espressioni più belle della creatività: una poesia!
La leggi e pensi che non ci sia modo migliore per cominciare la giornata.
Poi ti chiedi che caspita sia il Movimento per l'Emancipazione della Poesia e allora non ti rimane che sfoderare lo smartfone e metterti a cercare.

Il Movimento per l’Emancipazione della Poesia è un movimento apartitico di azione politica e sociale che si propone quale rete alternativa di creazione e diffusione di poesia contemporanea. 


Nasce dalle contraddizioni riscontrate nell’attuale società, consumistica e disattenta, e con pratiche diverse si adopera per risolverle. 
Il Movimento si struttura come un discorso in divenire basato sull’apporto attivo e continuo di una moltitudine eterogenea di militanti. 
Lo scopo di questo Movimento è creare uno spazio di incontro e dialogo con la poesia. 
Il luogo d'incontro e il primo luogo di pubblicazione è la strada.
Ma perché, vi starete chiedendo voi (come del resto mi sono chiesta anche io), scegliere proprio di diffondere poesia?
Perché la poesia, in genere viene letta poco. Si scrive ma non si legge o per lo meno si tende a scegliere letture facili e poco impegnative. 
Leggere poesia vuol dire essere concentrati nel cercare il messaggio che è dietro alle parole che compongono i versi.
Ecco che allora la poesia viene letta poco ed ecco perché nasce e si sviluppa il Movimento per l'Emancipazione della Poesia.
Il Movimento si propone di restituire alla poesia il ruolo egemone che le compete sulle altre arti e al contempo di non lasciarla esclusivo appannaggio di una ristretta élite, ma di riportarla alle persone, per le strade e nelle piazze cercando, dove possibile, di fare perno sulla proprietà intrinseca della parola scritta per la quale risulta impossibile per chiunque getti su di essa lo sguardo non leggerla, in quanto la parola si fa leggere e decodificare nel momento stesso in cui viene vista.
Così è stato anche per me che mi sono fermata a leggere la prima poesia che ho trovato e che poi o continuato a cercare per il quartiere altre poesie, altre tracce del passaggio del Movimento per l'Emancipazione della Poesia e sono stata contenta di trovarne ancora traccia.

Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Nel mondo incantato della maglieria per neonati con Il Neonato di Graziella

Ad Altopascio, in provincia di Lucca, esiste un Mondo Incantato fatto di fili intrecciati, di colori tenui, di orsetti curiosi e tenerissimi. In questo mondo incantato ci sono anche mani sapienti di artigiani, che lavorano i fili con la maglieria e con l’uncinetto, creando dei deliziosi vestitini per bambini. Questo mondo incantato è il sogno, avverato, della signora Graziella, che dal 1968 asseconda la sua passione per la maglieria e per il mondo dei bambini. Oggi l’azienda della signora Graziella, Il Neonato di Graziella , è diventata leader nel settore “maglieria esterna diminuita” e il suo mondo incantato ha affascinato anche tutti i componenti della sua famiglia. La caratteristica della lavorazione dei capi dell’azienda consiste nell’utilizzare macchinari, che permettono di realizzare ogni singolo pezzo del prodotto già nella taglia desiderata e non un rettangolo di maglia dal quale tagliare le varie parti per poi assemblarle. In questo Mondo Incantato è nata e cres

Appuntamenti Creativi (on line): le visite guidate (virtuali) di MuseumTribe

"Io per questa sera ho prenotato la visita guidata al Ghetto di Roma, volete partecipare anche voi?"   Dissi io il 16 ottobre a mio marito e mio figlio. "Ma come! Dove! Ma che fai vai in mezzo alla gente in tempo di Pandemia?!"   Risposero loro in coro! Già, anche di questi tempi di si può partecipare a tour e visite guidate in giro per l'Italia e si possono apprezzare opere d'arte e scorci meravigliosi delle nostre città, basta che tutto sia fatto in sicurezza e attualmente non trovo modo più sicuro se non quello di partecipare a visite guidate virtuali.  Così, cercando il modo di andare in giro virtualmente ho scoperto dell'esistenza del Museum Tribe e dei fantastici tour che organizza. 

Mostra Personale Arte e Pensieri: Antonella Pintauro

"La pittura è il mio volo, ed io non posso smettere di volare."  L'attività artistica di Antonella Pintauro inizia in giovane età.  Da autodidatta, l'artista si avvicina a quadri e pennelli dipingendo il mondo intorno a lei: fiori, prati e colori . . . tanti colori, perché il colore è il vero protagonista comune in tutta la sua produzione artistica.  Un colore pastoso, corposo e al contempo leggero, dipinto con il pennello dalle ampie setole, mai pulito ma sempre mischiato con molti altri colori.  È proprio dall'insieme confuso degli elementi e dagli impasti irruenti ed estemporanei che sono nati i quadri più belli della sua produzione.  Un altro elemento che sicuramente caratterizza i suoi quadri è la spontaneità della creazione. Antonella, infatti, è prima d